Storia

«Immagina che non ci siano ricchezze/ mi meraviglierei se tu ci riuscissi/ né avidità né cupidigia / una fratellanza di uomini» (John Lennon)

Ho provato spesso ad immaginare come sarebbe stata la mia vita se non avessi deciso di partire, di tornare, di restare, ma ogni volta cambiano le forme, i colori, le persone, perché si sa, è proprio lì, nello spazio labile in cui convivono il dubbio e la certezza, che risiede il fascino della sfida. La mia personale sfida contro il modello diffuso e limitante che concepisce il lavoro come unica vera caratterizzazione umana, piuttosto che come espressione consapevole dell’identità. Così, ad un certo punto della mia vita, ho scelto di “scalare la marcia”, di guardare le cose da un’altra prospettiva, per ritrovare il mio tempo e viaggiare, per dedicarmi allo studio della voce, del canto, della scrittura e della musica, per tendere le orecchie e le mani all’altro, al vicino, al “diverso”. È da qui, da questa irrefrenabile (quasi irreversibile) spinta al cambiamento, che è maturata l’esperienza del Progetto InPuglia, fondata su una nuova ricerca di senso e su un’idea di sviluppo e cooperazione sociale contrapposta alla visione dominante. Facendo tesoro delle esperienze acquisite negli anni e consapevole dei rischi, ho investito tempo e risorse nella conoscenza e nella costruzione di relazioni fraterne, sorridendo dinanzi alle tante dimostrazioni di entusiasmo di chi, come me, vive nella convinzione che sia indispensabile rimettere al centro la persona e ricollocare il denaro come strumento al servizio dell’azione economica. Non sono mancati gli ostacoli da superare, le circostanze in cui il confronto empatico con l’altro è stato compromesso dalla diffidenza o dall’individualismo, ma non mi sono scoraggiato; al contrario, grazie anche al sostegno delle persone incontrate, ho trovato la forza e l’energia necessarie per continuare. È su questo fertile terreno che abbiamo edificato Vitacom, la comunità pensata, riflessa e costruita con voi, perché la partecipazione dal basso non sia una tra le mille frasi fatte, ma diventi un’esperienza, una sofferenza, una missione. Un progetto che abbiamo scoperto essere condiviso da tanti cittadini, volontari, amministratori e imprenditori che, con la nostra stessa determinazione, credono alla possibilità di vivere bene insieme. Torno così ad immaginare e so che non sono il solo, perché la mia sfida è quella di tutti e lì, in quello stesso spazio labile in cui convivono il dubbio e la certezza, mi rendo conto di quanto giusto ed utile sia stato partire, tornare, restare. Cambiare.

«Puoi dire che sono un sognatore/ ma non sono il solo/ spero che un giorno ti unirai a noi/ ed il mondo vivrà in armonia»(John Lennon)



VITACOM SRL
Sede legale: Piazza Italia 33/B - 72017 Ostuni (BR) - P.IVA 02417670748 - Numero REA: BR- 145120
PEC:vitacomsrl@pec.it - segreteria@vitacom.it - mobile: +39 3495662107

Tutti i diritti riservati

facebook icon twitter icon Youtube icon